OLYS

Umiltà, la forza dei giganti

Sembra un paradosso, una dicotomia, quasi un ossimoro. Invece è proprio così, solo un gigante con una forza enorme può permettersi di essere umile in questo mondo!

Nel pensiero comune, l’umile è una persona che si piega al volere di un altro, è una persona che subisce, che può sembrare inaffidabile. Solitamente non viene presa in considerazione e quando ne incontriamo qualcuna ci sentiamo a disagio perché non si comporta come noi. Non vede le cose come noi, quando parla si esprime con termini che ci spiazzano, che ci disorientano e magari all’inizio ne proviamo compassione: poverina, non sa cosa dice, non sa cosa si perde! E dopo essercene andati tiriamo un sospiro di sollievo. Ma spesso quelle parole ritornano alla nostra mente, a volte addirittura per intere settimane!

Certamente questa non è l’umiltà che intendo in questo contesto, potrebbe essere l’umiltà di una persona semplice, di un saggio o forse di un santo, sicuramente di qualcuno che è giunto ad una comprensione che ancora noi non conosciamo, mentre l’umiltà di cui preferisco parlare ora, e che tutti noi potremo acquisire e praticare nella vita di ogni giorno, è semplicemente: ascoltare.

Siamo in due e abbiamo delle cose da dire: ascoltiamo l’altro. Non ci piace quello che dice? Ascoltiamolo! Ma noi siamo di un altro parere e vogliamo dirglielo! Continuiamo ad ascoltarlo, lasciamolo finire! Così facendo ci faremo un quadro esatto della situazione e potremo finalmente esprimere la nostra opinione (o quella che nel frattempo, ascoltando, avremo perfezionato o addirittura modificato) senza che l’altro si senta interrotto.

Il risultato? Noi ci saremo arricchiti di un nuovo punto di vista e l’altro, felice di essere stato ascoltato e riconoscente, ascolterà a sua volta, con attenzione, ciò che avremo da dirgli.

Questa è l’umiltà di cui parlo e questa è vera e propria comunicazione, perché ognuna delle parti si è arricchita del pensiero dell’altra. E che meraviglia, anziché aver fatto una fatica enorme per imporre il proprio punto di vista e magari esserci lasciati in malo modo o addirittura aver litigato, ci sentiamo bene, siamo soddisfatti di noi, la nostra forma fisica è migliorata e udite udite: ci scopriamo a sorridere! Per quel breve lasso di tempo nel quale non abbiamo imposto la nostra opinione abbiamo avuto la forza di un gigante, forza che si è tutta riversata in noi migliorandoci.

l’ombra

Ci sono persone che si offendono per un nonnulla, anche quando la propria ombra gli passa davanti. Ma in certi momenti della giornata, il sole è alle spalle e non possono farci niente.
E allora, perché prendersela?

Smetti di cercare e troverai…

In una leggenda dei Nativi Americani, il Creatore riunisce tutti gli animali e dice:
«Voglio nascondere qualcosa agli umani fino a che non siano pronti per averla: la consapevolezza che sono loro stessi a creare la propria realtà».
«Dalla a me. La porterò sulla luna”, dice l’aquila».
«No, presto arriverà il giorno in cui essi andranno lassù e la troveranno».
«E se la portassimo nelle profondità dell’oceano?», chiede il salmone.
«No, anche lì la troverebbero».
«La sotterrerò nelle grandi pianure», dice il bufalo.
«Presto scaveranno e la troveranno».
«Nascondila dentro loro stessi», dice la saggia nonna talpa.
«Fatto», dice il Creatore. «È l’ultimo posto nel quale guarderanno».