OLYS

Perché si dice che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi?

Perché dovrebbe farli? E anche se volesse perché dovrebbe adoperarsi quando ci sei già tu che li fai? Credi veramente che non ne sarebbe capace? Se gliene fosse data la possibilità farebbe dei coperchi fantastici dai quali tu non potresti mai né vedere né comprendere la sua creazione. Ma non lo fa, anche lui, a suo modo, rispetta la legge del libero arbitrio!

Ti deve sempre dare la possibilità di scegliere, solo che, nel presentarti quelle possibilità farà in modo di farti scegliere ciò che a lui conviene, presentandotelo come un vantaggio immediato. Qualcosa di bello, di prezioso, di luccicante, qualcosa che ti dia prestigio, che ti faccia sembrare più grande dell’altro. Ti offrirà ricchezza, potere e se ne avrai le qualità ti permetterà persino di controllare gli altri (ovviamente, solo a suo favore).

Gli ingredienti che mette nella pentola sono di ottima fattura ai tuoi occhi e sono mescolati con maestria, così da farti ottenere tutto ciò che desideri. La pentola è sempre aperta (non c’è il coperchio) e tu puoi guardare dentro, puoi controllare tutto, (tanto, vedrai solo ciò che sarai in grado di vedere) quali sono gli ingredienti, come sono disposti e, a volte, potrai addirittura conoscerne il risultato (?) ancora prima che questo avvenga e, così facendo, credendo di poter controllare la sua creazione, esegui pedissequamente ciò che ti viene richiesto di fare. E, se lo farai bene, avrai encomi, onori e gloria.

Ogni tanto rifletterai su ciò che stai facendo, ti chiederai se è bene o male ciò che ti viene chiesto di fare, ma, per il semplice fatto che non c’è il coperchio ti fiderai degli ordini perché: come si può pensare che uno che mostra così tanta fiducia in te (da farti vedere il contenuto della pentola) ti possa ingannare? E intanto hai venduto la tua Anima! E sei sempre più coinvolto nel progetto, e qualcuno ti dirà che senza il tuo apporto il progetto non potrebbe essere attuato e ora, che sei diventato una grande personalità come puoi pensare di rifiutarti?

Ma ancora non sai di aver venduto la tua Anima!

Ma cos’è questa storia dell’Anima? Cosa significa vendere l’Anima al diavolo?

Significa sottostare sempre a dei compromessi, significa fare ciò che ti viene richiesto anche se, ad un certo punto della tua vita, comprendi che è riprovevole, significa far del male a qualcuno per il bene di qualcun altro, significa accettare supinamente l’ordine di un tuo superiore per poi rivalerti dell’affronto subìto scaricandolo sgarbatamente sui tuoi sottoposti, significa continuare a preservare un sistema di privilegi per pochi eletti a scapito della comunità. E i mezzi per ottenere tutto ciò si ottengono prevalentemente tramite la diffusione della paura.

La paura ti rende debole, la paura ti blocca, la paura ti impoverisce sia dal denaro che dai sentimenti, la paura non ti permette di vedere la realtà, la paura abbassa le tue vibrazioni facendoti ammalare. La paura, e a volte, il terrore, sono potentissimi strumenti di persuasione e controllo di massa, è sufficiente colpire qualcuno perché tutti seguano supinamente gli ordini impartiti. La paura può metterci l’uno contro l’altro. Con l’emozione della paura possiamo veramente farci molto male!

“Divide et impera” era il motto degli antichi romani. Sembra che il loro esercito fosse così potente ed invincibile proprio perché terrorizzava il nemico attraverso la diffusione della paura e, anche per questo motivo, molte battaglie venivano vinte ancora prima di schierare gli eserciti.
E ora cosa è cambiato? Gli strumenti del potere sono sempre gli stessi. Sono solamente diventati più sottili e più sofisticati i metodi per gestirlo.

Smetti di costruire coperchi immaginari, guarda il contenuto della pentola senza farti condizionare, pensa a ciò che vedi, rifletti e svegliati! E ricordati che ciò che ti è stato estorto con l’inganno, anche se sei stato tu a permetterlo, con una sana dose di impegno, te lo puoi sempre riprendere!

Olys