OLYS

Dualità, passaggio per la forma

La foto che appare qui in alto rappresenta la dualità: il simbolo ormai universalmente riconosciuto che mostra le due forze opposte e complementari denominate YIN e YANG. Questo simbolo sta ad indicare che per costruire un individuo equilibrato, queste due forze debbono essere in una continua leggera tensione dove l’una non deve mai prevalere troppo sull’altra. Del resto, come potrete ben vedere, quando, per esempio, la parte scura (i semi di zucca) è più sottile, quindi più debole, la parte chiara (il riso) mostra il suo lato più grande, più forte, più potente, mentre lo stesso avviene nel lato opposto. Il riso, infatti apparirà più piccolo, con meno forza, mentre i semi di zucca saranno in maggioranza e più forti. Inoltre, è questo è un’ottimo spunto di riflessione, ognuna delle parti contiene in sé il seme dall’altra. Il simbolo, quindi, rappresenta momenti di minore o maggiore equilibrio ma il tutto avviene nella forma che, vivendo al proprio interno situazioni alternanti ne beneficerà e, pian piano, nel tempo si completerà.

Tutto può essere YIN o YANG, dipenderà da ciò che è o che fa rispetto a qualcos’altro. Per esempio: l’acqua è YANG quando spegne il fuoco che in questo caso è YIN, ma quando il fuoco serve a riscaldare l’acqua, allora il fuoco diviene YANG, mentre l’acqua diventa YIN.

È sempre rispetto a qualcos’altro. Dobbiamo tenerlo a mente quando ci troviamo nelle situazioni nelle quali ci conduce la vita.

Per esempio, potremo trovarci di fronte all’esattore delle tasse che esige la riscossione del dovuto e, anche se noi non siamo d’accordo, lui se le prenderà con la forza. Ecco, in questo caso l’esattore è YANG mentre tu sei YIN, ma tu potresti diventare YANG, quando, rientrato a casa cominci ad inveire contro questo o quello gettando addosso alla tua compagna tutta quella schifezza che hai ricevuto durante il giorno diventando YANG rispetto a lei, che subirà la tua collera. Ma se lei non accetta il tuo comportamento, si arrabbia e ti inveisce contro andando su tutte le furie, lasciandoti senza cena e anche senza ciò che ben sai… a questo punto, lei diventa YANG e tu ritorni ad essere YIN.

E la cosa potrebbe andare avanti all’infinito, perché tu potresti prendertela con degli altri, con gli amici o con qualsiasi altra persona che incroci sulla tua strada in quel momento, ma c’è un modo per uscire da tutto questo ed è: prendersi le proprie responsabilità facendo ciò che sai di dover fare. Quando hai accettato la regola, accettando di vendere e di guadagnare, hai anche implicitamente accettato di pagare le tasse. Se lo farai prima che arrivi l’esattore tutto si rimetterà a posto e la forma sarà compiuta. Non avrai più bisogno di sentirti YIN o YANG, di sentirti forte o debole, vinto o vincitore, tutto questo sarà superato e avrai modo di dedicarti alla tua vita piuttosto che restare in una dualità deleteria e senza senso.

Ma continuiamo con l’esempio: ancora non ti va di pagare tutte quelle tasse? Lo trovi ingiusto? OK. Intanto, visto che hai accettato il gioco, fai in modo di pagare quelle a scadenza. Il rispetto delle regole ti consente di calmarti così da poter riflettere e prendere delle decisioni che non siano dettate dall’emotività. Poi, se questo pensiero continua ad assillarti e proprio non ti va giù, troverai un modo lucido e corretto per esprimere il problema in modo che tanti altri che la pensano come te ne siano al corrente. Magari potresti creare un gruppo, un’associazione, un movimento che vi permetterà di sensibilizzare l’opinione pubblica e la politica per migliorare la situazione eccetera, eccetera.

Altrimenti ti troverai ancora a lottare con la dualità e starai da una parte o dall’altra a seconda delle convenienze, e ogni volta che penderai da una parte non potrai essere equilibrato, presente e consapevole, perché solo se sarai in possesso di questi ultimi aggettivi potrai costruire una forma completa e armoniosa, talmente equilibrata, che non faccia minimamente pensare alla dualità.

La dualità, sia quella che ti macera interiormente, che quella che mostri all’esterno serve solo ed unicamente per costruire la forma ideale, un meraviglioso stato di equilibrio che ti preparerà ad una vita migliore. Quando avrai raggiunto questo stato, cioè la tua vera forma, (il tuo vero essere) comprenderai che la dualità, con tutto ciò che comporta e che ha comportato, sarà stata solo ed unicamente un passaggio, un mezzo per realizzare la tua completezza.

Olys