OLYS

Chi sono e cos’è OLYS

OLYS, abbreviazione di olistico, dove la Y in rosso rappresenta l’uomo con le braccia alzate al cielo, deriva dal greco holos e significa tutto intero, evidenziando il fatto che noi, come gocce nell’oceano, siamo, per il cosmo, ciò che le nostre cellule sono per noi.

OLYS è un progetto per accompagnare l’individuo a mantenersi in uno stato ottimale di salute sviluppando le proprie potenzialità latenti che gli permetteranno di aumentare la consapevolezza imparando a discernere tra finzione e realtà. Purtroppo, il periodo che stiamo vivendo non ci permette di avvicinarci e tantomeno di abbracciarci. Vorrà dire che appena possibile torneremo a farlo. Naturalmente, questo “appena possibile” dipenderà anche da noi!

Non è stato semplice arrivare a comprendere e mettere in pratica alcuni di questi contenuti. Ho dovuto imparare la pazienza (o almeno ad esserlo qualche volta), ho attivato un dialogo interiore fatto di domande e risposte accettando fatti e situazioni che non sospettavo minimamente. Diciamo che sto percorrendo un sentiero che desidero condividere. A volte potrà sembrare accidentato, ma è enormemente gratificante e ad un certo punto scoprirai che puoi solo andare avanti, perché tutti noi siamo destinati a crescere e se lo faremo attraverso la consapevolezza, potremo sicuramente risparmiarci molta sofferenza.

Nella vita ho avuto diverse esperienze: in alcune ho fatto il batterista in vari gruppi musicali, in altre ho fatto il venditore e in altre ancora ho creato un’agenzia di comunicazione con la quale, per una trentina d’anni, ho svolto la professione di creativo pubblicitario. Ad un certo punto ho appreso anche l’arte dello shiatsu e di alcune discipline complementari che, ovviamente, ho integrato con i miei studi e le mie precedenti esperienze. Ma, in ogni cosa che facevo, indipendentemente dall’attività che stavo svolgendo, c’era sempre qualcosa di indefinito che si manifestava dentro di me.

Questo qualcosa mi suggeriva comportamenti migliori, mi mostrava che anche negli altri esistono sensazioni simili alle mie e mi rivelava aspetti diversi per ogni situazione, facendomi vedere una dualità imperante che si insinuava nei pensieri, parole e azioni delle persone senza che queste ne avessero il minimo sentire. Mi mostrava quanto semplice fosse indirizzare individui inconsapevoli verso l’una o l’altra direzione e quanto facile fosse perdersi nella marea di opportunità presenti e future. Ma si sa, quando si è giovani e/o indaffarati non si ha il tempo di ascoltare queste “sciocchezze” e si preferisce sbattere il naso contro muri che non sempre sono di gomma. Insomma abbiamo bisogno di mostrarci e di sperimentare e non ce ne importa proprio nulla del grillo parlante. Ed è solo dopo, dopo un po’ di vita vissuta, quando cominciamo a tenere di più alla salute del nostro naso, che qualcosa si accende dentro di noi facendoci intuire che probabilmente c’è qualcos’altro… Ed è proprio di questo qualcos’altro che ho deciso di occuparmi con la creazione di questo sito.


Roberto Calaon

Smetti di cercare e troverai…

In una leggenda dei Nativi Americani, il Creatore riunisce tutti gli animali e dice:
«Voglio nascondere qualcosa agli umani fino a che non siano pronti per averla: la consapevolezza che sono loro stessi a creare la propria realtà».
«Dalla a me. La porterò sulla luna”, dice l’aquila».
«No, presto arriverà il giorno in cui essi andranno lassù e la troveranno».
«E se la portassimo nelle profondità dell’oceano?», chiede il salmone.
«No, anche lì la troverebbero».
«La sotterrerò nelle grandi pianure», dice il bufalo.
«Presto scaveranno e la troveranno».
«Nascondila dentro loro stessi», dice la saggia nonna talpa.
«Fatto», dice il Creatore. «È l’ultimo posto nel quale guarderanno».

Olys