OLYS

obiettivo

Alcuni contenuti di questo sito sono facilmente comprensibili, altri, invece, hanno bisogno di un po’ di attenzione per rivelarsi, comunque, ognuno di questi sottintende che, per vivere veramente la vita, occorre essere presenti a se stessi, ai propri pensieri, alle proprie parole e alle proprie azioni. Questo significa portare attenzione a ciò che si sta facendo in quel momento e non fare una cosa pensandone mille altre. Così facendo non viviamo a fondo l’esperienza con il risultato di doverla ripetere. Quindi, presenza, attenzione e consapevolezza! Essere presenti a se stessi! Esserci: questo è il motivo principale per cui tutti noi siamo qui e questo, esposto in forme e modi diversi, è l’obiettivo di olys. Consapevolissimevolmente!

Puoi considerare questo sito come un libro aperto completamente gratuito che ti offre spunti di riflessione per imparare a conoscerti, perché solo attraverso la conoscenza di te stesso potrai comprendere la vita. Inizia da dove preferisci e se qualcosa non ti è chiaro, non farci caso, prima o poi si chiarirà. Naturalmente non tutto potrà essere in sintonia con il tuo sentire attuale: se ciò dovesse accadere salta quella pagina e continua con qualcos’altro. Poi, successivamente, se lo riterrai opportuno, potrai sempre ritornarci. Comunque, fai come credi, leggilo, mettilo da parte, non guardarlo più, nessuno potrà dirti nulla, perché il tuo rapporto con questi contenuti è solo ed esclusivamente personale.

Il nome olys origina dal greco holos e significa tutto intero, dimostrando chiaramente che, come gocce nell’oceano, noi siamo, per il cosmo, ciò che le nostre cellule sono per noi. Del resto, quando modifichiamo qualcosa tutto ciò che ne è in relazione, anche se non riusciamo a vederlo, in un modo o nell’altro cambia.


chi sono

Nella vita ho avuto svariate esperienze: sono stato un batterista e ho suonato con diversi gruppi musicali, ho fatto sia il venditore che l’imprenditore e ho fondato un’agenzia di pubblicità con la quale, per oltre trent’anni ho espresso la mia creatività. Ad un certo punto ho appreso anche l’arte dello shiatsu e di alcune discipline complementari che, ovviamente, ho integrato con i miei studi e le mie precedenti esperienze. Ma, in ogni cosa che facevo, indipendentemente dall’attività che stavo svolgendo, c’era sempre qualcosa di indefinito che si manifestava dentro di me.

Questo qualcosa mi suggeriva comportamenti migliori, mi mostrava che anche negli altri esistono sensazioni simili alle mie e mi rivelava aspetti diversi per ogni situazione, facendomi vedere una dualità imperante che si insinuava nei pensieri, parole e azioni delle persone senza che queste ne avessero il minimo sentire. Mi mostrava quanto semplice fosse indirizzare individui inconsapevoli verso l’una o l’altra direzione e quanto facile fosse perdersi nella marea di opportunità presenti e future. Ma si sa, quando si è giovani e/o indaffarati non si ha il tempo di ascoltare queste “sciocchezze” e si preferisce sbattere il naso contro muri che non sempre sono di gomma. Insomma abbiamo bisogno di mostrarci e di sperimentare e non ce ne importa proprio nulla del grillo parlante. E solo dopo, dopo un po’ di vita vissuta, quando cominciamo a tenere di più alla salute del nostro naso, che qualcosa si accende dentro di noi facendoci intuire la presenza di qualcos’altro. Posso garantire che c’è.
Eccome se c’è!

Roberto Calaon

olys